Servizi

Verifiche della vulnerabilità

Verifiche della vulnerabilità

Verifiche della vulnerabilità

Verifica della sicurezza sismica

Le verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici esistenti vengono effettuate effettuate secondo la procedura definita dalle “Norme tecniche per le costruzioni” e dalle linee guida per la “Valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale …”. Esse tracciano un percorso della conoscenza finalizzato a raggiungere un adeguato livello di conoscenza dei diversi parametri coinvolti nel modello, che viene articolato nei seguenti passaggi:
- rilievo del manufatto e del suo stato fessurativo e deformativo;
- interpretazione dell’evoluzione storica della costruzione;
- individuazione strutturale del manufatto e dei sui dettagli costruttivi;
- valutazione delle proprietà meccaniche dei materiali e del loro degrado;
- valutazione del complesso suolo-fondazioni.

Sulla base del livello di conoscenza raggiunto in tale percorso è possibile definire uno specifico fattore di confidenza che viene utilizzato nella verifica come ulteriore coefficiente parziale di sicurezza. E’ intuitivo che l’approfondimento della conoscenza dei parametri del modello risulta opportuno sia per ottenere una maggiore affidabilità dei dati utilizzati che per consentire l’applicazione nel calcolo di fattori di confidenza meno onerosi.

La verifica della sicurezza di una costruzione viene poi sviluppata mediante un’analisi strutturale finalizzata a tradurre in termini meccanici e quantitativi il comportamento accertato della costruzione. Tale analisi viene effettuata definendo differenti modelli interpretativi, di diverso grado di accuratezza, che possono interessare l’intera costruzione o le sue singole parti (macroelementi). A partire da un modello ottenibile con un minimo livello di conoscenza, ovvero basato su un numero limitato di informazioni, possono essere definiti modelli interpretativi via via più raffinati che vengono calibrati e validati attraverso l’approfondimento della conoscenza, arrivando a definire in modo iterativo il modello più affidabile per la costruzione.

Modellazione matematica

Il modello matematico di una struttura è quindi uno strumento che costituisce parte integrante di un ampio contesto di analisi volte all'acquisizione delle informazioni relative allo stato di conservazione degli edifici. Poiché non esistono teorie matematiche che consentono di riprodurre in modo compiuto la realtà oggettiva dei fenomeni fisici, i modelli matematici forniscono un ausilio alla comprensione dei fenomeni fisici, e non direttamente la loro comprensione. Occorre inoltre tenere presente che non esiste per una data struttura un solo modello.

La complessità dei modelli che vengono realizzati deve essere strettamente correlata al livello di conoscenza delle caratteristiche meccaniche dei materiali e della struttura conseguita attraverso le indagini diagnostiche effettuate.

Per stabilire se un modello adempie correttamente al suo compito occorre che il modello analitico, per una determinata classe di problemi, fornisca una buona descrizione del fenomeno e che, a parità di dati, diverse tecniche numeriche forniscano risultati confrontabili. Si osserva inoltre che un modello analitico che riproduce bene il comportamento di una struttura reale può essere considerato affidabile per previsioni corrette solamente entro il suo campo di pertinenza.

Dal punto di vista delle verifiche sismiche un edificio in muratura potrà a seconda della regolarità in pianta o in altezza essere analizzato da una modello globale con analisi statica lineare integrato da verifiche dei microelementi  cha analizzano i principali  cinematismi di danno locali; se l’edifico non risulta essere regolare potrà invece essere effettuata un’analisi statica non lineare (push-over) che consente inoltre di analizzare strutture costituite da sistemi resistenti misti (es. muratura-c.a.).

Gli edifici con strutturata in c.a. o in acciaio vengono invece analizzati mediante analisi dinamiche lineari analizzando attentamente i principali di modi di vibrare o mediante analisi statica non lineare (push-over).

ABILITAZIONI

  • Alessandro Armanasco - Tecnico abilitato delle verifiche di agibilità di edifici a seguito di eventi sismici rilasciata da Presidenza Consiglio dei Ministri - Dip. Protezione Civile dal 17.12.2015

designed by IceLab