Servizi

Indagini preliminari

Indagini preliminari

Indagini preliminari

Le attività di ricerca storica e di rilievo risultano preliminari a qualsiasi altra indagine sulla struttura in quanto forniscono le informazioni fondamentali per individuare ed approfondire le problematiche inerenti al manufatto e necessarie per la progettazioni di qualsiasi intervento.

La ricerca storica è sempre indispensabile in quanto, nella maggior parte dei casi, gli edifici monumentali risultano realizzati per fasi successive, ampliamenti e soprelevazioni, riutilizzando strutture preesistenti, il più delle volte senza prevedere particolari consolidamenti preliminari. Per quanto attiene l’aspetto strutturale, la ricerca storica va intesa quindi come individuazione delle successive fasi costruttive ed analisi delle tecniche di esecuzione. Si può basare sull’analisi di fonti bibliografiche, archivistiche o iconografiche; è essenziale tuttavia che venga integrata dall’analisi diretta dell’edificio e dei suoi elementi, che fornisce sempre una grande quantità di informazioni per chi sa osservare le dissimmetrie strutturali, le tracce di aperture tamponate, le variazioni di finitura degli intonaci e tante altre indicazioni relative agli interventi effettuati in passato.

Il compito del rilievo è di effettuare una semplificazione della realtà volta a cogliere e restituire, con il migliore grado di precisione possibile, una stretta selezione delle caratteristiche geometriche dell'oggetto analizzato. Il rilievo geometrico tradizionale considera come elementi critici di un'entità i punti di discontinuità (gli spigoli che caratterizzano le superfici) registrandone la posizione geometrica su di un piano di proiezione, in pratica descrivendo il suo contorno.

Le nuove tecnologie di rilievo laser-scanner prescindono da questa scelta selettiva, anche perché l'oggetto non viene più  rappresentato come proiezione nel piano o viste tridimensionali predeterminate (assonometrie, prospettive), ma attraverso un modello tridimensionale manipolabile, costituito da una fittissima trama di punti, di ognuno dei quali è possibile conoscere relazioni, posizione e cromatismi e che nel loro insieme definiscono non fittizie intersezioni di piani, ma con buona approssimazione, intere superfici.
 
I rilievi geometrici vengono poi integrati con l’esecuzione del rilievo materico e dei fenomeni di degrado e di alterazione delle superfici e con l’esecuzione del rilievo del quadro fessurativo. L’osservazione attenta delle fessure consente di raccogliere numerosi elementi (estensione, inclinazione ed apertura delle fessure, direzione degli spostamenti relativi tra i due lembi, corrispondenza tra le lesioni sulle due facce delle murature, fessure vecchie o recenti, stabili o attive) che, integrati dai dati del rilievo delle deformazioni strutturali, risultano essenziali per pervenire alla corretta comprensione degli effetti prodotti nella struttura dalle azioni che insistono su di essa. L’analisi attenta dei dissesti, effettuata combinando le informazioni desunte dall’osservazione delle fessurazioni e quelle desunte dal rilievo delle deformazioni strutturali, consente di individuare con buona approssimazione i cinematismi cui è soggetta la struttura, ottenendo informazioni indispensabili anche per indirizzare i successivi approfondimenti di indagine e soprattutto per progettare l’eventuale installazione di un sistema di monitoraggio strutturale.

designed by IceLab